Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘ARTISTA: Karenina’ Category

ETICHETTA: MyPlace
GENERE: Rock italiano

TRACKLIST:
1. Chiara Lavora in Politica
2. Le Macchine da Scrivere
3. Il Giorno Più Bello
4. Il Futuro che ho Dimenticato
5. Soffiaci Sopra
6. Tutto il Freddo
7. Oltre Tutto Questo
8. Colore
9. Come Esther Greenwood
10. Gli Anni del Piombo

I Karenina sono una di quelle band che nonostante sia una sbiadita copia di tutti i mostri sacri del periodo migliore del rock italiano (gli anni novanta di Litfiba, Afterhours, Marlene Kuntz, CCCP, ecc.) riesce comunque a farsi ascoltare bene. Lo fa perché offre un prodotto molto interessante, rielaborato secondo linguaggi pop di respiro internazionale, tra Muse e Placebo nei momenti più elettronici dei loro lavori recenti, e una certa vena melodica à-la Coldplay. “Il Futuro Che Ho Dimenticato”  è quella più pop in questo senso, con inserimenti elettronici interessanti per i sintetizzatori che riportano il tutto in un’atmosfera più tranquilla, come in “Il Giorno Più Bello”, che apre la strada alla parte più tranquilla di un disco neanche troppo vario nei toni, ma che abbraccia comunque diversi modi di analizzare quella scena italiana che partì negli anni ottanta del primo Ferretti e si consuma oggi in tantissime imitazioni, mentre sorge un nuovo modo di intendere l’italianità: quello dei Marta Sui Tubi, presenti sia come ispirazione (“Colore”, “Gli Anni del Piombo”) che direttamente in regia, tant’è che il disco da Paolo Pischedda.
La band promette bene, esplora tutto l’esplorabile della nostra scena, e lo fa con un certo stile. Originalità a parte, un disco che ci si può godere in diverse maniere perché adatto ad ogni situazione. Nuovi sviluppi calorosamente attesi.

Annunci

Read Full Post »