Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2013

101 Booking e Emme Comunicazione presentano THE RING, un nuovo contest per band emergenti che da settembre 2013 vedrà per sei mesi consecutivi sfidarsi sul palco del Discoplanet di Rovigo i migliori artisti della zona per concorrere ad un premio del valore di 1000 euro (di cui un videoclip).
L’iscrizione è gratuita e occorre semplicemente mandare una mail a emanuelebrizzante@gmail.com per avere tutte le informazioni del caso (che materiale mandare, come si svolge il concorso, quando sono esattamente le serate, regolamento, ecc.). La prima data sarà il 20 Settembre 2013 e il contest continuerà fino a Febbraio 2014 ogni terzo venerdì del mese.

The Webzine sarà media partner dell’evento per tutta la durata della stessa e le 15 band selezionate per partecipare saranno tutte intervistate da Emanuele Brizzante. Le interviste saranno riportate anche sui nostri social.

PAGINA FACEBOOK CONTEST
PAGINA FACEBOOK BOOKING

Annunci

Read Full Post »

Recensione a cura di Andrea Marigo
ETICHETTA: Nonesuch
GENERE: Pop, jazz, folk

TRACKLIST:
Caught in the Briars
The Desert Babbier
Joy
Low Light Buddy of Mine
Graces for Saints and Ramblers
Grass Windows
Singers and the Endless Song
Sundown (Back in the Briars)
Winter Prayers
New Mexico’s No Breeze
Lovers’ Revolution
Baby Center Stage

Voto: 3.5/5

Non so.
Samuel Beam era un grande, se nʼera uscito 11 anni fa con il suo folk lo-fi dove conquistò una notevole fama, più che meritatamente.
Poi dal 2004, il cambio verso un pop studiato bene, raffinato, dal tocco jazz, e la sua voce fina che non si presta più ad una singola chitarra sgangherata che sapeva di whisky e casolari dispersi nel South Carolina.
E qui è nuovamente tutto uguale, sonorità educate, raffinate, dal colore che sta tra il pop, il jazz e il cantautorato. Per carità tutto molto ben fatto, tutto molto ben calibrato e composto ma la fedeltà che riuscivano a trasmettere i primi lavori è andata perduta.
E forse sarà pure giusto così, chiaro che un artista in 11 anni deve evolvere i propri orizzonti, Bon Iver ad esempio in 2 album ha stravolto tutto e forse anche migliorandosi.
Ecco Beam non è riuscito in questo, arrivare in luoghi nuovi senza smarrire i passi che lʼhanno portato dove sta adesso, che tradotto significa non perdere gli ascoltatori di vecchia data.
In conclusione, dimenticandosi per un attimo delle radici del cantautore statunitense, Ghost On Ghost è un disco molto ben fatto, consigliato a chi ama la seconda vita artistica di Beam, che resta ancora un grande artista e di un certo calibro, i fan di vecchia invece se ne faranno una ragione.

Ma poi sta copertina a la Babyshambles cosa cʼentra?
Non so.

Read Full Post »

Fotoreport a cura di LaMyrtha






Prossime date del tour dei Ministri:
27.08.2013 Festa Democratica, Crema (CR)
29.08.2013 Festa Democratica, Reggio Emilia
30.08.2013 Nuvolari Tribù, Cuneo
31.08.2013 No Dal Molin Festival, Vicenza
07.09.2013 Home Festival, Treviso
14.09.2013 Sot A La Zopa, Tonadico (TN)

Concerto allo Sherwood Festival registrato dallo staff del festival

Read Full Post »

Da oggi The Webzine ha una pagina fan su Facebook.
Seguiteci qui: http://www.facebook.com/TheWebzine/

Read Full Post »

Recensione scritta per il circuito Music Opinion Network

ETICHETTA: Volume! Records
GENERE: Cantautorato

Di domande è obbligatorio porsene molte di fronte ad un prodotto del genere. Le canzoni, l’album, il progetto del cantautore astigiano Massimo Lepre stesso, necessitano tutti perlomeno di una spiegazione. Per questo la redazione di The Webzine rimanda all’ottima intervista realizzata su Grandi Palle di Fuoco.
Focalizzando la propria attenzione sulla musica, Il Prefagiolismo non è certo del livello di stranezza che promette il suo titolo, e questa di per sé è una piacevole sorpresa. Pretendere particolarità, spesso, garantisce un certo grado di delusione. Lepre in realtà ci regala, con un velo di integerrima semplicità, un onestissimo disco di cantautorato italiano. Le somiglianze si possono tranquillamente lasciar perdere, vista la personalità dei brani, tutti molto caratterizzanti. Si scolpisce così l’immagine del progetto, un leggero e soffice collage di canzoni che non chiedono altro che essere ascoltate per lasciar trasparire che cos’è Marrone Quando Fugge. Tuttavia, degli ascolti più volte citati da Massimo Lepre, si riconosce immediatamente una vena di Capossela, ma anche qualche striatura di un altro artista ammesso come influenza, ovvero Daniele Silvestri. Molti sono gli ospiti e sebbene non contribuiscano in maniera notevole alla buona riuscita del lavoro, danno l’idea anche di una certa ambizione dell’artista, un senso che si avverte ascoltando il disco, e che contribuisce a renderlo qualcosa di degno di nota. Per questo, ci arrendiamo ad un altro disco di buon cantautorato, uno dei pochi generi su cui si fallisce molto raramente.

Read Full Post »

Recensione a cura di Andrea Marigo

ETICHETTA: Polyvinyl Records
GENERE: Pop, rock, indie

TRACKLIST:
I Got High
Blues to Black
Love is Not Enough
Coffin Companions
The Burial
Bad Blood
Who Cares?
A Fever
Where Do I Begin?
Vivid Dreams

Voto: 3/5

LʼAmi Du Peuple oltre ad essere un giornale fondato in Francia durante la rivoluzione francese, è anche lʼottavo album di Mike Kinsella; lʼottavo della sua carriera solista iniziata nel 2001, che ha visto, se pur lentamente ma in maniera incisiva, una continua evoluzione in ogni nuovo lavoro, merito che trapela anche da LʼAmi Du Peuple.
In questo suo ultimo lavoro Kinsella riprende quello che il precedente Ghost Town aveva lasciato, arrivando ad un livello compositvo decisamente più massiccio alternato a momenti più soft come da tradizione Owen: Bad Blood, Blues To Black ma anche la traccia dʼapertura, che contiene un ottima struttura di batteria, si contrappongono a brani come Coffin Companions, The Burial, A Fever più fedeli alla parte centrale della carriera di Owen.
Love Is Not Enough riprende invece i primi lavori ma in questo caso spuntano degli assoli di chitarra, cosa mai sentita prima.

LʼAmi Du Peuple non è un disco che spiazza ma è ancora un disco evolutivo, che traccia i nuovi passi di Kinsella, in maniera quasi lenta, ma senza mai annoiare

Read Full Post »

Oltre 6000 euro in palio per la seconda edizione del concorso della Fame Dischi 

image

“Le canzoni migliori le aiuta La Fame” SECONDA EDIZIONE

LEGGI IL REGOLAMENTO E ISCRIVITI SU
www.lafamedischi.tumblr.com/help

TANTI PREMI IN PALIO!
PRIMO PREMIO (VALORE ECONOMICO 3000 EURO circa):

 Ingresso ufficiale nel roster della Fame Dischi
– Registrazione di 1 disco presso lo studio Cura Domestica di Perugia (incluso nel premio pernottamento per 1 settimana per un massimo di 5 persone nell’Ostello adiacente allo studio)
– Promozione del disco attraverso tutti i canali (webzine, riviste cartacee, community, social network, newsletter, web-radio, web-tv, radio FM, ecc.) dell’ufficio stampa della Fame Dischi
– Distribuzione digitale del disco in tutto il mondo tramite tutti gli store digitali (iTunes, Amazon, ecc.)
– Servizio Fotografico professionale by Riccardo Ruspi (www.riccardoruspi.it) durante le giornate di registrazione del disco


SECONDO PREMIO 
(VALORE ECONOMICO 2000 EURO circa):

– Tour in tutta Italia (minimo garantito 3 date, massimo 10) in collaborazione con 101 Booking(http://101booking.wordpress.com/)


TERZO PREMIO 
(VALORE ECONOMICO 1000 EURO circa):

– Promozione per un 1 anno di 1 disco o 1 Ep su webzine, riviste cartacee, community, social network, web-radio, web-tv, radio FM, ecc., a cura di LFD Press, l’ufficio stampa della Fame Dischi per i gruppi esterni all’etichettawww.lafamedischi.tumblr.com/press


INOLTRE

-TUTTI i partecipanti iscritti avranno diritto a uno sconto del 50% presso LFD Press, l’ufficio stampa della Fame Dischi per i gruppi esterni all’etichetta www.lafamedischi.tumblr.com/press (promozione per 1 anno di 1 disco o 1 ep a 400 euro + IVA invece che 800 + IVA) da utilizzare nell’arco di tempo di un anno.

-Tra tutti i partecipanti iscritti verranno selezionate dalla giuria 20 canzoni che faranno parte della compilation digitale edita dalla Fame Dischi dal titolo “Le canzoni migliori le aiuta La Fame Vol.2”, che verrà inviata a tutti gli operatori e addetti ai lavori (giornalisti, discografici, editori, ecc.), pubblicata sul sito www.lafamedischi.tk e promossa attraverso tutti i canali (webzine, riviste cartacee, community, newsletter, social network, web-radio, web-tv, radio FM, ecc.) dell’ufficio stampa della Fame Dischi (guarda la compilation dell’anno scorso http://www.ondarock.it/news.php?id=1321).

-E ancora, nel caso in cui La Fame Dischi riscontrasse la presenza fra i partecipanti di alcune band particolarmente interessanti, si riserva la possibilità di fare entrare ufficialmente uno o più gruppi o singoli nel proprio rooster oltre al vincitore primo classificato del concorso.

L’ISCRIZIONE SCADE IL 23 SETTEMBRE 2013 

LEGGI IL REGOLAMENTO E ISCRIVITI SU
www.lafamedischi.tumblr.com/help

Read Full Post »

Older Posts »