Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘GENERE: Reggae’ Category

Recensione scritta per il circuito Music Opinion Network

ETICHETTA: Autoproduzione, Artist First (distribuzione)
GENERE: Hip.hop, reggae

Per parlare dei Krikka Reggae bisogna necessariamente fare il punto della situazione a livello biografico. La formazione lucana, celebre per l’uso del dialetto bernaldese nei testi, nasce tredici anni fa e giunge oggi al quarto album in studio, nella fattispecie finanziato tramite la piattaforma di crowdfunding di Giovanni Gulino, l’ormai arcinota Musicraiser. I territori sono quelli del reggae, dell’hip-hop, della dancehall, con energiche sferzate, stavolta, anche in terreni come l’elettronica e l’rnb. Sono molte le situazioni che hanno visto la band calcare palchi importanti, unire le forze con artisti di grosso calibro (come accade stavolta con Roy Paci, i 99 Posse, il giamaicano Fyah George e molti altri), o comparire in pellicole cinematografiche come Basilicata Coast to Coast.

La fatica del duemilaquattordici, In Viaggio, mantiene fede alle radici della band, piantate solidamente nel panorama meridionale che ha reso famosi, per fare un esempio, i Sud Sound System, con i quali condividono l’energia sul palco e nei dischi, la capacità di far divertire non solo utilizzando la formula sempre vincente del levare, ma anche con testi attuali e che creano, tramite il dialetto, un forte senso identitario. Musicalmente, siamo di fronte a musicisti di spessore, con un’esperienza che li qualifica come artisti navigati e in grado di gestire situazioni difficili come la fusione tra reggae, roots music ed elettronica, riuscendo quasi sempre a far ballare, sorridere ma anche pensare. Le liriche sempre intelligenti staccano spesso la qualità degli arrangiamenti, come nella splendida Memoria Storica o nel featuring con Perfect Giddimani intitolato Life Ova Money. Un altro pregio del disco è quello di filare liscio con tutti i suoi undici brani anche laddove per molti ascoltatori il reggae potrebbe risultare indigesto o pesante. Sono talmente tanti i linguaggi, i riferimenti anche colti, le sensazioni evocate, che dopo qualche ascolto sembra di conoscere la band anche senza averla mai ascoltata. Un lusso che non tutti si possono permettere e che ha spinto a soddisfazioni più che meritate questa formazione che sicuramente continuerà ad averne. 

 

Annunci

Read Full Post »

ETICHETTA: La Tempesta International
GENERE: Reggae

TRACKLIST:
Inna Jail
Something We Really Want
Dat’s Me (No Remedy)
Moses
She’s So Nice
Refugee
Something So Sure
Try Baby
Well Well Well
Man A Express
My Girl
Cry Out
Real Hot
Immigrant Star
Sunshine

Quindici perle di reggae raffinatissimo come in Italia non sentivamo da anni.
Un universo in levare da esplorare con grande attenzione, perché in alcuni tratti sembra di riesumare i miti non solo di Bob Marley ma anche di Peter Tosh e dei nostri primi Africa Unite. A volte si scivola in territori reggaeton o rocksteady, e questi sono i momenti peggiori, ma questo disco è davvero ben forgiato e in ogni momento, soprattutto “Man A Express”, “Cry Out”, ” Sunshine” e “She’s So Nice”, leggiamo con grande interesse la passione che trasuda da ogni nota pur in quei cliché tipici di questo stile.
Divertirsi è, comunque, d’obbligo. Del resto fare bene reggae significa anche convogliare grandi quantità di energia ad un pubblico particolarmente ricettivo, anche in termini di movimento sotto palco.

Manca un po’ di sforzo e di coraggio nel rielaborare un attimo i linguaggi triti e ritriti di un genere classicamente banale, ma stiamo parlando di un prodotto diretto ad un pubblico senza pretese e che sicuramente apprezzerà questo disco fino a considerarlo un piccolo capolavoro.

TOUR ESTIVO
28.07 ANIMAL FESTIVAL, Torreselle (PD)
01.08 ISOLA DELLA MUSICA, Pasiano (PN)
02.08 VENICE SUNSPLASH, Mestre (VE)
03.08 SUMMER FESTIVAL, Ponte dell’Olio (PC)
10.08 NUVOLARI LIBERA TRIBU’, Cuneo
11.08 FESTIVAL DI MAJANO, Majano (UD)
18.08 SO FAR SO GOOD, Abano Terme (PD)
24.08 SUMMEREND FESTIVAL, Claut (PN)
25.08 SARCEDO SUMMER FEST, Sarcedo (VI)
31.08 ALMENNO ROCK, Almenno San Bartolomeo (BG)
09.09 EDELWEISS PIRATEN FESTIVAL, Dusseldorf (GERMANIA)

Read Full Post »

ETICHETTA: RNC Produzioni
GENERE: Reggae, roots, rap, ska

<img class=”alignnone” title=”se proprio bel cio” src=”http://www.outune.net/wp-content/images/RadiciNelCementoFiestaCover.jpg&#8221; alt=”” width=”360″ height=”354″ />

TRACKLIST:
1. Er Traffico de Roma
2. Alla Rovescia
3. Quelli Dentro
4. La Vita E’ Na Guera
5. Cicileu
6. L’Acqua
7. Bella Ciccia
8. Ansai Come Ce Piace
9. La Cucina Casareccia
10. Echelon
11. So’ Rugantino
12. Sognando Jamaica
13. Me Ne Vojo Annà
14. Skarabiniere
15. E Io Ero Sandokan
16. Bella Ciao
17. Fiesta!

Era il novantatre quando con il nome Roots in Concrete questi ragazzi di Roma iniziarono a riempire i club del loro reggae melodico ma concreto, presto celebre anche per la delicatezza dei contenuti. Il nome in italiano ne ha suggellato la fama. A otto anni arriva il primo disco live, un piccolo regalino per i fan che serve anche a dimostrare ai meno affezionati la carica e la verve che la formazione laziale sa comprimere all’interno di un set dal vivo, emotivamente e strumentalmente, non trascurando mai l’azione efficace di un reggae ormai protagonista di molte delle migliori iniziative musicali del nostro paese. Insomma, un genere che, se fatto con le palle, piace anche a chi non è abituato ad ascoltarlo. E qui, c’è anche del rap, ad orientare in maniera ancora più divertente e, se vogliamo, generica, il manifesto d’azione della band. Radici nel Cemento è un progetto che rientra proprio in questa nicchia di fortunati <em>outsider</em> e questo disco ne é la conferma, trasportando su supporto fisico quella passione nel suonare che è la prima causa del coinvolgimento non solo mentale che ascoltandoli dal vivo si può subire. Consigliato.

Read Full Post »