Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘ETICHETTA: Subcava Sonora’ Category

ETICHETTA: Subcava Sonora
GENERE: Alternative rock

TRACKLIST:
1. Arriva la Fine
2. Picnic
3. Ogni Giorno
4. Cinici e Passivi
5. Love Revolution

Noi in Italia siamo sempre stati abituati ad una sorta di alternative rock imbellettato che trasuda passione ed erotismo, incarnati in una poesia post-decadentista perfezionata dalle declinazioni internazionali d’importazione. Stiamo parlando dei soliti grandi nomi: Afterhours, Marlene Kuntz. Non serve aggiungere altro, ma la sensualità quasi pornografica di certe sensazioni all’interno di Love Revolution non potevano che portarci lì. Ed è un caso, perché la musica invece conduce altrove: esplosioni cosmiche di sonorità rock dal sapore brit-pop, ma sempre con la virulenza e la veemenza dagli accenti metal che ricorda perfino Showbiz dei Muse. In generale si strizza l’occhio ad un universo anglofono ma è nella nostra terra che i napoletani trovano le loro influenze principali.
I cinque brani sono tutti molto solidi, quadrati, con ritmiche decise e spigolose, prive di curvature ammorbidite e acerbi fronzoli prog. Sono invece abbastanza acerbi, o perlomeno “vagamente immaturi” alcuni passaggi tra sezione e sezione (in “Pic Nic”), anche se i brani, grazie a dei testi ancora da perfezionare ma molto buoni nel caratterizzare una sorta di personalità Nouer, sono tutti costruiti con una certa maturità nel songwriting. “Ogni Giorno” ne potrebbe essere la prova, ma si preferisce lo schematismo più dark dell’intensissima “Cinici e Passivi”.
Il grosso della fatica è scaricato sulle chitarre che con sonorità abbastanza ruvide da essere tipicamente italo-alternative portano in campo una tensione rozza e dai sapori grunge (“Arriva la Fine”). Quella stessa rozzezza, però, vive nel background del disco come una sorta di corda che rischia di spezzarsi, togliendo coesione al tutto, vibrando troppo violentemente in alcuni momenti. La maturità di cui sopra fa da contraltare e il risultato è pertanto più che sufficiente: è possibilissimo quindi che questo EP possa essere semplicemente un’anteprima di cosa i Nouer sanno veramente fare, lasciandoci la speranza di vedere veramente una piccola gemma al traguardo del primo full-length.

Ci devono stupire, ma per ora, un pochino, l’hanno già fatto. A noi che siamo italiani.

Annunci

Read Full Post »