Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2013

Free download here: http://www.vezzoxy.com/Mp3/Singles/virtualkiss.mp3

Read Full Post »

Recensione scritta per Music Opinion Network

Stefania Bianconi è al suo debutto discografico e imposta con questo Troppo Rumore un percorso arduo ma che pare avere tutte le carte in regola per procedere in maniera limpida e priva di ostacoli. La cantante di Latina sforna con leggiadra maestria un’abbondante dozzina di brani, pezzi che se da un lato non dicono nulla di nuovo nella scena italiana (e chi lo fa oramai?), dall’altro dimostrano come la piena padronanza di diversi linguaggi, rock e pop in questo caso, per quanto semplici, unita con una competenza tecnica più che ottima, possono insieme trasformare il già sentito in un prodotto che trova nella costruzione “di pancia”, forse addirittura “di cuore”, una sua squisita raffinatezza. La title-track e il pezzo iniziale “Anche la Luna” svelano subito gli assi nella manica della giovane laziale: voce potente ma suadente, arrangiamenti non troppo articolati ma tali da garantire scioltezza e fluidità al tutto, strutture atte a conferire un piglio discretamente radiofonico alle canzoni e, non da ultimi, testi magari non così caratteristici ma di impatto immediato. Traslare queste caratteristiche alle altre dieci tracce è sostanzialmente il processo da fare per riassumere Troppo Rumore: un disco tiepido, molto intimo e personale, che districandosi dentro a tante cose recupera da un calderone di tradizione italiana un gusto cantautorale/neomelodico quasi campanilistico. Che possa non piacere non lo possiamo escludere ma essendo vero anche il suo contrario sia soddisfatta Steby di un esordio non invasivo ma comunque penetrante, delicato e ben confezionato.

Read Full Post »

Recensione scritta per il circuito Music Opinion Network

Bergamo è ormai tradizionalmente considerata un terreno fertile per il rock, soprattutto in lingua italiana. Anche se la scelta linguistica dei ventenni Kingshouters nel loro esordio discografico You vs Me intraprendere una direzione anglosassone, la prolificità del territorio orobico sembra aver attecchito, innestandosi nel loro DNA. Come molte band nate qui, gli inizi di carriera seguono la strada dell’imitazione dei propri beniamini: furono i Nirvana per i Verdena del Demotape, sono band del settore post-grunge o post-punk (Smashing Pumpkins, White Lies, Editors) quelli dei Kingshouters. Specificare che non si tratta di una sterile riproposizione-fotocopia d’altro è però più che opportuno visto che il sottobosco nineties e “anni zero” di cui i quattro dimostrano e dichiarano di essersi nutriti appare più che altro come una guida verso una rotta più personale che guarda da lontano anche alla scena anni ottanta inglese e alla nuova ondata new wave anche italiana. Nella liberazione dalle catene che li imbriglia alle loro origini negli ascolti, si commette però comunque più di qualche leggerezza, cambiando a volte registro ma non struttura, così in “Dance”, ballad quasi indie rock (definizione orrenda ed imprecisa, lo sappiamo) pare di sentire un featuring tra i Franz Ferdinand e Billy Corgan oppure in “Jane” sentiamo Jared Leto riprendere le atmosfere più dark ma comunque pop dei Depeche Mode e degli Editors più recenti. I momenti di pop più riuscito (“Levels”, “Sometimes I Can’t Sleep”) mancano dell’appeal radio-friendly di certi altri capitoli di  questo lavoro, come il singolo “Friend” o la scurissima “The Last Emperor’s Day”, ma è forse l’assenza di passaggi banali a donare loro brillantezza. Musicalmente, inoltre, la band ha in essa i germi di una prosecuzione in crescita, che già lascia intravedere una maturità compositiva quasi raggiunta. Suonano già bene, e questo è fuor di dubbio.

Sconvolgere l’ossatura un pochino prevedibile di questi brani potrebbe, in sintesi, essere la chiave per un piccolo gioiellino, strada che ai giovani lombardi consigliamo di battere. In definitiva, questo You vs Me è il debutto migliore che si potesse avere viste le premesse e in questo la band deve senz’altro trovare conforto e voglia di migliorarsi. Quanti dischi mediocri sono usciti in questo genere nell’ultimo lustro? La risposta è: un’infinità. You vs Me non è tra questi ed è già un risultato di cui gioire.

Read Full Post »

Torna “Suoni all’alba”, la compilation di brani d’esordio promossa da L’Altoparlante e Mei

Suoni all’alba Vol. 2 è la compilation dei brani promossi nelle radio da L’AltopArlAnte, l’agenzia di comunicazione che negli ultimi anni ha creato quanti più spazi possibili nell’etere per la musica indie. La compilation uscirà in download gratuito sul sito del MEI come di consueto il 21 giugno in occasione della Festa della Musica e sarà presentata al Supersound di Faenza dal 27 al 29 settembre

Suoni all’Alba Vol. 2 è una compilation di 22 artisti esordienti anteprima del Mei Supersound, il festival della Rete dei Festival per emergenti, che si terrà a Faenza dal 27 al 29 settembre e che l’anno scorso ha riscosso un grande successo con 30 mila presenze, 200 band dal vivo, 150 festival partecipanti, 150 stand, 50 web radio e tv, 3 giorni di formazione per i giovani musicisti con il Music Lab e il Campus Mei per fare ascoltare i propri demo ai migliori professionisti del settore e una grande Notte Bianca del Mei. La compilation vede inoltre importanti featuring con Roy Paci, Brunori Sas , Erriquez dei Bandabardò, Sud Sound System.

I 22 artisti inclusi sono tutti al loro primo episodio discografico, al quale sono giunti dopo molteplici esperienze e tantissimi palchi vissuti. Un’altra cosa che li accomuna è l’aver lanciato il loro album attraverso la radio, ancor oggi il miglior mezzo per portare effettivamente la musica al maggior numero di orecchie possibili. Alcuni di loro sono giovanissimi, altri hanno già una navigata esperienza, ma tutti hanno vissuto in questi ultimi mesi l’emozione dell’album d’esordio. A tenerli a battesimo un inedito scritto e interpretato dall’Autore-Cantante Pino Marino, arrangiato ed eseguito con il Collettivo Dal Pane per il progetto discografico La Repubblica di Valter, formato dai migliori artisti della scena indipendente della nuova musica d’autore quali Roy Paci, Roberto Angelini, Pier Cortese e Zibba.

Clicca qui per il download

Ecco tutti gli artisti in compilation:

Collettivo Dal Pane – Pare (di Pino Marino)
Rubens feat. Sud Sound System – Mai Come Ora
Niccolò Carnesi feat. Brunori Sas – Mi sono perso a Zanzibar
Davide Berardi feat. Roy Paci – Senza Dire Niente (Mio padre)
Riserva Moac feat. Erriquez Bandabardò – Jackpot
Marco Di Noia – Crisi Superstar
Lunapente – La donna che non c’era
Bad Black Sheep – Radio Varsavia
Lolaplay – Non comprate questo disco
Eugenio Ripepi – Operaio alla catena di montaggio
Leon – Nel Gin
Paletti – Senza Volersi Bene
Oxi – Tutti vogliono essere famosi
Sabù – Logica Egoistica
Playmore – Things
Kingshouters – Friend
Palkoscenico – Mi piace
Sprained Cookies – Phycity
Tindara – Ho scelto il nero
Edo – Tempo Perso
Ordem – Quiet Riot
Benny Moschini – Sono qui ancora

L’AltopArlAnte PromoRadio ||| PromoVideo ||| PromoStampa&Web
http://www.laltoparlante.itradio@laltoparlante.it 3483650978

Read Full Post »

Fotoreport a cura di LaMyrtha




Read Full Post »

Rocca’n’Roll Festival XII

La manifestazione è alla dodicesima edizione, si svolge nell’area verde ai piedi della rocca di Castel d’Ario (MN) nelle giornate di venerdì e sabato 14 – 15 giugno 2013. Ingresso gratuito, stands gastronomici con ampio menù, sarà presente la “Mostra e mercato del disco e del cd”.

Programma musicale:

Venerdì 14 giugno: El Vez (The Mexican Elvis) with the Schitzophonics (punk rock from USA)
Thunder Bomber ……………..(hard rock’n’roll)

Sabato 15 giugno: The Rock’n’Roll Kamikazes …(rock’n’roll kamikazes)
The Lasts Killers ……………..(garage rock’n’roll)

Descrizione programma musicale:

Venerdì 14 giugno avremo sul palco direttamente dal Messico El Ves, all’anagrafe Robert Lopez già in azione a metà settanta con i seminali punk rockers The Zeros, da alcuni anni si è autodefinito l’Elvis messicano e in compagnia degli Schitzophonics, punk rock’n’roll band di San Diego, proporrà la sua delirante e scatenata rilettura dei classici del punk rock. In apertura di serata avremo i Thunder Bomber, band di recente formazione, il loro rock’n roll ad altissimo voltaggio darà una scossa decisiva ai vostri nervi stressati.

Sabato 15 giugno si esibiranno due band fresche di nuove uscite discografiche: The Rock’n’Roll
Kamikazes ed in apertura The Last Killers. The Rock’n’Roll Kamikazes, presentano il loro secondo e sorprendente album “All kinds of people”. Il loro territorio di conquista è sempre lo stesso, il mondo rockabilly al quale si unisce un respiro blues per un risultato finale che è pura energia. The Last Killers, band romagnola presenta il loro nuovo album “Wolf Inside”. Questi ragazzi, facce note del giro romagnolo, sono dediti al culto del più ruvido e stradaiolo garage rock, suonato con pura attitudine rock’n’roll e che affiancando agli assalti chitarristici le suadenti note dell’organo hammond, incorporano influenze che vanno dal rhythm’blues al power pop. Un gruppo che sta diventando una realtà rispettata ed attiva a livello europeo.

Il sito internet è: www.roccanroll.it
La pagina evento su facebook è: https://www.facebook.com/events/157927251049493/

Read Full Post »

Meno di un mese al via della 34° edizione il Pistoia Blues Festival, uno dei più longevi e prestigiosi festival musicali italiani, che anche quest’anno avrà il suo cuore nella prestigiosa Piazza Duomo ma che durante il week end invaderà musicalmente tutto il centro storico di Pistoia dal 3 al 7 luglio 2013. Una kermesse che si annuncia particolarmente ricca di star internazionali e di importanti esclusive.
Come la serata di avvio di mercoledì 3 luglio, che vedrà sul palco del Festival, in esclusiva italiana, Ben Harperinsieme al grande bluesman Charlie Musselwhite per presentare il loro ultimo capolavoro “Get Up”, pubblicato per la leggendaria Stax Records.
Non sarà da meno la serata di giovedì 4 luglio con l’arrivo dei Black Crowes: per la prima volta al Pistoia Blues, uno dei più acclamati gruppi rock americani con oltre 20 milioni di album venduti nel mondo.
Venerdì 5 luglio sarà la volta di due artisti icone dell’art-rock/progressive inglese: sullo stesso palco si avvicenderanno come headliner i Van Der Graaf Generator e Steven Wilson. I primi hanno fatto la storia del progressive rock inglese grazie all’estro di Peter Hammil. Steven Wilson, dopo i capolavori pubblicati con i Porcupine Tree, ha realizzato dei dischi come solista di grande rilievo come l’ultimissimo “The Raven That Refused To Sing (and Other Stories)”.
Sabato 6 luglio un’altra grande esclusiva per il Pistoia Blues: dall’Inghilterra, l’unica tappa italiana dei Beady Eye, il nuovo progetto di Liam Gallagher degli Oasis che con il nuovo lavoro “BE” ha dato seguito all’ottimo esordio “Different Gear, Still Speeding” (Sony). Non sono da meno le aperture con i gallesi Cold Comittee e gli italianiBlastema, reduci dalla partecipazione all’ultimo Sanremo e prodotti da Dori Ghezzi.
Non poteva mancare una serata dedicata quasi esclusivamente al grande blues. Domenica 7 luglio la chiusura del festival sarà affidata a dei grandi nomi: Robert Cray, Robben Ford, Lucky Peterson ed alla sorpresa tutta italiana del progetto “Buzz” formato da Federico Zampaglione e Mario Donatone e del set acustico di grande qualità del toscanissimo Finaz con il suo progetto solista Guitar Solo.
I biglietti sono in vendita presso le rivendite abituali a prezzi variabili da serata e serata, ma sempre compresi a prezzi accessibili tra i 25€ ed i 38 € (con posti in piedi ed a sedere). Disponibili anche gli abbonamenti per le serata del 3 e 4 luglio a 55/65 €. Per chi volesse acquistare un pacchetto “biglietto-viaggio-pernottamento” sono attive diverse tratte da tutta Italia tramite il sito www.livescanner.it
Anche quest’anno Pistoia Blues è un festival Pet Friendly e sarà possibile accedere ai concerti insieme ai propri cani, trovare punti ristoro nella piazza ed aiutare gli animali in difficoltà tramite il “Progetto Checkers”.
La manifestazione realizzata dal Comune di PistoiaAssociazione Blues In e sostenuta dalla Regione Toscana(istruttoria in corso).
Ufficio Stampa Pistoia Blues: davverocomunicazione.com [ref. David Bonato]

Read Full Post »

Older Posts »